Da Loreto a Napoli: sui passi del Patrono dei Cuochi d’Italia

Article Image width=

Sono 550 chilometri che uniscono Loreto a Napoli, un cammino ricco di storia ed impreziosito da un patrimonio agroalimentare inestima- bile, percorso a piedi da San Francesco Caracciolo, Patrono dei Cuochi d’Italia, nato a Villa Santa Maria (CH) il 13 ottobre 1563 e morto ad Agnone (IS) il 4 giugno 1608. Il 13 ottobre 2016, in occasione del giorno della nascita del Santo, nell’ambito della Festa nazionale del Cuoco che si svolge anche quest’anno a Villa Santa Maria, è stato presentato ufficialmente il Cammino di San Francesco Caracciolo. 

Il 13 ottobre 2016, in occasione del giorno della nascita del Santo, nell’ambito della Festa nazionale del Cuoco che si svolge anche quest’anno a Villa Santa Maria, è stato presentato ufficialmente il Cammino di San Francesco Caracciolo. Un itine- rario che attraversa quattro regioni del cuore d’Italia – le Marche, l’A- bruzzo, il Molise e la Campania – toccando splendide località dal mare all’entroterra, patrimonio di cultura, arte, natura e soprattutto enogastrono- mia. Un percorso a piedi (o in bicicletta) che nasce sui passi del Santo, il quale nella sua vita ha compiuto numerosi viaggi in Italia e in Spagna, e che si inserisce nella riscoperta dei cammini naturalistici, religiosi, cultu- rali e spirituali proclamata dal Mini- stero dei Beni culturali nel 2016 (sono infatti più di 6500 i km di cam- mini ancora poco noti, che attendono di essere percorsi ed esplorati).

La presentazione del Cammino di San Francesco Caracciolo si è tenuta alle 11.00 nella cappella di Palazzo Caracciolo di Villa Santa Maria. A farlo è stato Padre Raffaele Mandole- si, Preposito generale dei Chierici Regolari Minori – Padri Ca-racciolini (l’Ordine religioso fondato dal San- to), in collaborazione con l’associa- zione Laici Caracciolini, l’associazio- ne Walkers, Legambiente e ADIM. È da definire nel prossimo futuro un protocollo d’intesa con le Regioni Marche, Abruzzo, Molise e Campa- nia e con la CEI – Ufficio nazionale del turismo, sport e tempo libero. 

Il tratto tra Loreto ed Agnone, un pezzo del cammino lungo 340 chilo- metri, è stato già testato fra settembre 2015 e giugno 2016 dall’associazione Walkers. Il resto del percorso, da Agnone a Napoli, sarà ulteriormente sperimentato in collaborazione con Legambiente tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, in modo da poter organizzare la prima edizione del Cammino di San Francesco Carac- ciolo, prevista nell’estate del prossi- mo anno. Il 9 ottobre di quest’anno, in occasione della Giornata nazionale del Camminare, promossa da Feder- trek, a cui anche Legambiente ha ade- rito, è stata testata la parte di cammi- no che va dal Bosco di Capodimonte al centro antico di Napoli, passando per i luoghi “caracciolini”. Un per- corso gemellato con la Marcia della Pace Perugia-Assisi.

Ma poiché il protagonista è il Patrono dei Cuochi d’Italia, ad antici- pare il Cammino di San Francesco Caracciolo sarà un evento enogastronomico, in programma dal 1 al 4 giu- gno 2017 (festa liturgica del Santo) ad Agnone, città d’arte e di cultura, centro di produzioni gastronomiche artigianali e fulcro di grandi storie legate alla religione cristiana. Un evento religioso e turistico che nasce in concomitanza con l’annuale pelle- grinaggio sulle orme di San France- sco Caracciolo da Villa Santa Maria ad Agnone (il 2017 sarà la 10a edi- zione), per raccontare, attraverso un insolito itinerario del cibo, le produzioni e i sapori più autentici che si possono incontrare nelle località attraversate dal percorso che va da Loreto a Napoli. L’evento di giugno sarà organizzato in collaborazione con, fra gli altri, associazioni, enti del territorio e produttori locali.

ADELINA ZARLENGA

Info: ufficiostampa@camminodisan- francescocaracciolo.com

Tel: 340 1441284

Facebook: Cammino di San France- sco Caracciolo

Published on 2 March 2017 in ITALIAN DELEGATION NEWS

Return to Homepage